La Rete dei Giovani Agricoltori

Il tema della Rete dei Giovani Contadini è stato introdotto, oggi 27 agosto, dall’intervento di Giorgio Pace, 37enne negoziante romano che sin dai primi passi della sua attività (assieme a Giulia Martucci è titolare dal 2012 di “Piccola Bottega Merenda”, nel quartiere Tuscolano) ha fatto dell’etica la chiave di volta del suo agire.

«Bisogna creare delle comunità del cibo», ha sottolineato Pace, «e farle interagire tra di loro, rispettando i parametri di trasparenza, etica, agroecologia e formazione costante di tutti i soggetti coinvolti. Ancor prima di fare rete bisogna fare sistema».

È poi intervenuto l’agronomo Peppe Russo, 25 anni di Vittoria, nel ragusano, che ha raccontato delle problematiche che attanagliano le aziende agricole che si trovano a subire i giochi sporchi del mercato, a partire dalle aste al doppio ribasso praticate da molti operatori della Gdo.

Qui sotto trovate un video in cui Peppe spiega quanto sia difficile per un giovane contadino oggi stare sul mercato. Il video è diventato virale su Facebook, superando in pochi giorni le 250mila visualizzazioni.

In calce all’articolo, la videoregistrazione integrale del workshop

Sono Peppe Russo, sono un imprenditore agricolo e questi sono i problemi degli agricoltori.

Posted by Peppe Russo on Friday, 7 August 2020

Qui di seguito, la videoregistrazione integrale dell’incontro, preceduta dal time code, utile per facilitare l’accesso ai singoli interventi:
00:15 Giorgio Pace (Piccola Bottega Merenda, Roma)
06:34 Fabio Sebastiani (Radio IàFuë PerLaTerra)
10:05 Giuseppe Russo (agricoltore, Vittoria, RG)
24:25 Giorgio Iabichella (agronomo, Comiso, RG)
29:57 Miriam Corongiu (agricoltrice, Sant’Anastasia, NA))
39:50 Tano Malannino (Altragricoltura, Rete dei Produttori)
48:14 Gianni Fabbris (Altragricoltura)
58:37 Agostino Cascio (agricoltore, Polizzi Generosa, PA)
1:03:07 Gianni Fabbris (Altragricoltura)

Buona visione a tutti!

Grazie a tutti per l’attenzione e la partecipazione!

1 ping

  1. […] La Rete dei Giovani Agricoltori […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.